Una buona colla per PVC è molto importante per ottenere elevate performance. Se stai cercando un prodotto di questo tipo, è perché probabilmente il tuo gommone  necessita di qualche sistematina. Sai come si ripara?

Per mantenere il gommone sempre in perfette condizioni è necessario non solo acquistare un’ottima cera per gommone, ma anche eseguire delle operazioni di manutenzione di routine.

Nessuna barca è immune al problema dell’accumulo dell’acqua in sentina, per questo motivo ci sono le pompe di sentina che aiutano ad eliminarla. Lasciare che l’acqua si raccolga in grande quantità e possa mettere in circolo altri fluidi come olio e carburante può causare diversi problemi.

Incollare la coperta in teak sul ponte della barca, mettere una pezza a un gommone che presenta una perdita, riparare la passerella leggermente rotta. Cosa sono? Sono le classiche piccole riparazioni che occorre fare per mantenere in salute sia il gommone sia la barca.

Un gommone o una barca hanno bisogno non solo di riparazioni “tecniche” e strettamente funzionali alla navigazione, ma anche di interventi che ne preservano l’estetica o, addirittura, la migliorano

È uno dei materiali più amati e discussi nel mondo della nautica, anche per l’eleganza che conferisce all’imbarcazione. Parliamo del teak della barca, il materiale marinaresco per eccellenza che è spesso oggetto di conversazione di tutti i diportisti del mondo.

Qualsiasi proprietario di gommone, o chi è intenzionato all’acquisto di un battello pneumatico, deve fare i conti con un nemico che minaccia costantemente l’integrità, l’estetica e il valore del suo mezzo: la muffa sul tubolare.

Per chi le guida o per chi le guarda da lontano, le barche hanno per tutti un grande fascino e ciò è dovuto non solo alla possibilità di poter navigare il mare in lungo e in largo, ma perché da sempre sono mezzi di trasporto esclusivi e bellissimi. 

Il giunto tra l’ancora e la catena rappresenta uno dei punti fondamentali della linea di ancoraggio, soggetta a sforzi e carichi non indifferenti soprattutto in presenza di cambi di vento e condizioni meteomarine perturbate.

Dopo un po’ di tempo e utilizzo della barca è normale che la verniciatura inizi a rovinarsi e a non essere più bella come quando l’hai acquistata.

Abbiamo già parlato della differenza tra un olio marino e uno per auto e truck, ma è sempre utile ribadire che è sconsigliabile utilizzare per la barca o per il gommone un olio per il settore automotive, quindi non compatibile. Non a caso esiste l’olio per miscela fuoribordo 2 tempi studiato appositamente per la tipologia del motore ma anche e soprattutto per la tipologia di mezzo sul quale il motore è montato.

Al momento di acquistare un gommone è naturale chiedersi quanto duri e cosa fare in caso di piccoli danni tipo buchi e abrasioni. Partiamo col dire che il rubber life per gommone è talvolta una soluzione affidabile per ripararlo velocemente. Il gommone è il mezzo marino preferito da chi si muove sotto costa e lo utilizza per pescare o fare escursioni

Qualunque sia la dimensione della tua barca, è ovvio che qualcuno prima o poi avrà bisogno di utilizzare la toilette. I sanitari di bordo non possono essere in alcun modo gestiti come quelli casalinghi. Infatti lo scarico delle acque reflue delle navi è regolamentato dalla MARPOL, la Convenzione Internazionale per la Prevenzione dell’Inquinamento provocato dalle navi. Infatti per legge tutte le sostanze derivanti dall’uso di un wc devono prima essere raccolte in un serbatoio e poi scaricate solo a una determinata distanza dalla costa.

E qual è, se non la tua barca, il posto migliore per ascoltare musica a tutto volume in piena libertà? L’importante è che le casse nautiche stiano al passo con la navigazione! Impianti stereo domestici e marini soffrono di “fattori di stress” completamente diversi; quelli a bordo devono essere in grado di sopportare pioggia, acqua salata, raggi solari ed agenti atmosferici in generale. La scelta di prodotti di qualità ti permetterà di avere un apparecchio con un buon suono, pulito e potente per goderti a pieno momenti di relax durante la navigazione.

In casa Mercury c’è un vecchio motore due tempi che da anni promette ottime performance sia nella velocità che nell’accelerazione. Il successo dei motori OptiMax inizialmente con il 75 HP ha favorito lo sviluppo di una gamma di prototipi più potenti, da 135 a 250 cv.

Prima di mollare gli ormeggi è fondamentale fare un bel tagliando annuale al motore della nostra imbarcazione, compreso il controllo dell’indicatore di livello carburante. Questa “strategia” eviterà brutte sorprese in navigazione, sia per quanto riguarda la sicurezza sia per la gestione del budget destinato alla nostra gita in mare.

Non solo pescatori, ma anche amatori e professionisti: tutti vogliono un ecoscandaglio Garmin.